Semplicemente, a te

Semplicemente, a te, una poesia su tutto ciò che sa farci sorridere e, in un attimo, donarci pienezza e gioia, allontanando ogni momento difficile.

Semplicemente, a te,

che mi incateni,

che sei,

la fuga da ogni rabbia,

il tuo piccolo respiro,

è un trincianoia,

vivificante il giorno.

Vibro malamente ma vibro,

quando sento il tuo battito,

di notte,

accanto a me,

mentre cerco nel silenzio

quella pace che non trovo.

Avvolto in polpa,

di palpiti,

mi accuccio,

nella crepa di un racconto,

di un’orma, di una piega,

di uno spigolo,

che sia pure attesa e sogno.

Il mondo lo colori,

di ombra e di mistero,

di gioia e di sostanza,

sulle pene grandi e lievi,

ammucchiando ,

sulla traballanza

di un imperiale camminare,

lo svelamento senza le parole.

Tieni il passo,

fino alla fessura del mio umano sperdimento,

è questo, uno stare bene,

nel ventre incantato,

mentre fuori piove

e io sono con te

come il laccio nella scarpa,

la pietra sulla roccia,

e va via

il guaìto di ogni azzoppatura

lo sbuffo sulla lingua,

lo slabbro sulla gola.

Mi accendi il sangue,

quando arrivi,

mi infiammi di una libertà,

che non possiedo,

mi doni il cielo dei tuoi occhi

per farmi una risacca, si,

di un po’ di felicità.

Niente altro che il capogiro

di stare qui e ora,

senza nomenclatura,

lasciata ogni pretesa,

tracimando l’io appeso all’albero,

m’ingorgo nel cuoricino tuo,

e tutto ha un senso

anche quando c’è il buio spazzatura,

quello palombaro, ingannatore e gnomo irriverente.

E’ un fare niente ma farlo bene,

appeso alla tua buccia,

a te, che mi incanteni,

è piantare un seme,

per un canto semplice

di tana e flusso dolce,

di un meccanismo in volo

che è chiarità.

Non ho regno

ma la tua voce mi fa vento,

mi fa stellato disincrosto,

da tempo e inutilità.

Semplicemente, a te
Semplicemente, a te

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Daniele Del Moro

Scrivo da sempre, per fuga e per necessità. Scrivo per starmene da solo. Scrivo come cammino o vado in moto. Per rinascere ogni volta.

Facebook

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.