Category - LE MIE POESIE

Scrivo per dare una forma al mio sentire. Questa è la mia visione del mondo in cerca di poesia, i miei tentativi in versi per dare pace alla mia inquietudine o uno stigma alla mia gioia. La ricerca di una parola che non degeneri nel sentimentalismo ma che sgorghi dal senso del reale, dalla consapevolezza di sentimenti autentici. Che non sono ne l’ipostasi del vittimismo e dell’autocompiacimento e nemmeno la convinzione di essere unici. Ma la certezza di essere in bilico sempre su geometrie di illusioni e di maschere. La mia poesia nasce dal desiderio di scorgere il profilo della realtà e darne voce. Come un’accento di fenomenologia.

Semplicemente, a te

Semplicemente, a te, una poesia su tutto ciò che sa farci sorridere e, in un attimo, donarci pienezza e gioia, allontanando ogni momento difficile. Semplicemente, a te...

C’è il giorno

C’è il giorno, quello con l’incrosto che non si schioda dal velame obliquo dell’incompreso che frana e che confonde anche la buccia buona. E’...

Quando

Quando. Quando mi fissa un fiore, o un impastato vento, bevo stelle, nell’abitacolo dei rampicanti. Senza eccessi. Però immagino. E se ne vanno uncini e graffi, nomi e...

Io sono

Io sono. Che ho paura. Molte volte e molte volte no. Col guizzo della disperazione, con l’assillo di cadere e volare giù, ingombro dei miei detriti, incupiti, con...

C’è domanda

Sono assorto, concentrato e penso: al silenzio di Dio, su molte cose. Spezzo questa mutezza, improvvisamente. Urlo e chiedo: c’è domanda, una poesia. C’è domanda...

Preghiera

Dammi un cuore di pane, una mano, un pò di istanti che frantumino queste ore del terrore. Dammi un filo d’erba, fresca fresca, di mattina, un fiore un po’ di nutrimento...

La vita nuova

La vita nuova arriva sempre, accanto a un crollo, con uno sbuffo, di cielitudine, di porpora, come luce e vento in faccia, distesa, quasi indifferente. La vita nuova, è...

Nell’assenza

Nell’assenza, porta il respiro come un supremo bene. Attraversa le voci di lontano, fai piazza pulita e glorifica la fragilità del mondo. E’ uno slabbro il...

Ora che fa notte

Ora che fa notte, mi scuotono attrazioni metafisiche e serrature di silenzio. Quella luce siderale, quel dono che disnebbia, tra gli sfregi del buio, mi fa cuccia...

Amore mio

Tu non sei più, amore mio. Non sei più nel mattino, non sei più nella notte, con il tuo respiro che tranciava di netto le mie malinconie. Non sei, al risveglio e al...

Che ne sanno

Che ne sanno, di un tale disarmo, questi sciattati minuti, donati per sbaglio, molte volte, a persone incollate al mio tempo, ingombre di rumore e di vuoto, senza capire...

Sfrontata inquietudine

E poi ti prende, quell’inquietudine sfrontata, molesta, indisponente, che straccia, digrigna e sgretola. E mi viene da pensare a molte cose. A mio padre, a quando era il...

Mi scortico

Mi scortico spesso, quando mi chiamo. Mi sbriciolo, pugnalo, confido, sgrano, tra matasse incise, in un disegno fitto, talvolta senza ponti. Poi col pugno chiuso...

Io sono così

Quando l’anima avvampa, resisto ad ogni tortura, pure sgusciato. Scrosto foschie, maciullando gli apostrofi, e tutti i dettagli che dondolano, appesi, alla...

Se non avessi me

Se non avessi me, me che sento e che scavalco il mondo, me che accendo, il fuoco nell’orizzonte, per essere ogni cosa. Quando trasudo bende, avvito esistenze che...

Lasciati lavorare

Quando un cielo ti squarcia o un animale ti guarda e tu non dici più nulla, anche i morti sorridono e il vuoto, lontananza che tergiversa sui vestiti stracciati, si fa...

Sono attratto

Sono attratto, irresistibilmente, talvolta, da una bramosia, da un desiderio falòtico di visioni che destino la mia sonnolenza, schiudendo una divina indifferenza, ad...

Mi attanaglia, morde

Mi attanaglia, a volte, morde, una bramosia di luci e piccole ali impunturate, sulla schiena, come un delirio di volo, che mi faccia spazio tra le chiuse del vento, per...

Cosa è questo Natale?

Cosa è questo Natale? Una corteccia, una montagna che non si muove, una febbre in gola, dove tutti stracciano i minuti per poi cantare? O è forse, quando un Dio ti...

Il cuore respira

Il cuore respira tra una bracciata e l’altra, in frange d’istanti. Insinuando passi su valli di polvere che riportano incognite sospese su bordature di cielo...

La loro ballata

Ho immaginato i morti in una splendente danza di colori. E ho scritto questa poesia. Ho pensato a loro in maniera gioiosa, senza tristezza. In una eterna speranza dove...

Riprincipiare

Riprincipiare. In queste ore roventi. In un deserto dove anche l’Invisibile tace. Nemmeno una carezza di vento. Nessuno si aggira. Solo una evanescente risacca, un...

Fidati

Fidati. Lasciati penetrare dal cielo. Quando splende, dilania e avvolge. Fidati. Lasciati impastare dal sole in un trafitto raggio che danza, per darti forza. Fidati...

Srotolando passi

Srotolando passi, vacillano taciturni spasimi, aurore palpitanti, incastri nitidi, promesse impastate, d’istinto e d’infinità. E’ una sfolgoranza...

Il respiro del mare

Il respiro del mare mi fa baluardo, orizzonte, spiaggia, traccia, volo. Quando mi sbattono ai piedi aguzzi minuti con cinghie d’acciaio che ispessicono il tempo di...

Se non ti vedo

Con uno dei miei tentativi poetici, vorrei provare a far capire il legame che si instaura con un animale, dedicando a Gastone, che mentre scrivo è accucciato al limite...

Immortale sorriso

Dedicata ad Asia Ramazan Antar, morta ieri a 22 anni, combattendo nel nord della Siria con le milizie femminili curde Ypj, Yekîneyên Parastina Jin, Unità di protezione...

Un desiderio di trincea

Dal crivello dell’ingrommata gola fuoriesce aspro un desiderio di trincea che non si sgretola nè è impedimento. Ravvedo nugoli di siepi. Sciami di lucciole non...

I miei amati eroi

  Dedicata ai miei amici migliori, gli animali, tutti, senza distinzione di specie, da sempre, i miei amati eroi Ci sono eroi, i migliori non umani ma con sovrumano...

Il mio angelo

Dedicata a chi non è più, non ha più… Il mio angelo cammina di notte tra case rotte, di babeliche onde. Ha piedi scalzi per dare risposte al dolore di chi non...

Denti di luce

Una parte del mio cammino in Scozia. Solitudine, bellezza, natura, immersione profonda nelle costole della terra, per ricavarne squarci di vita. Toccare con gli occhi le...

Cieli come coltelli

Come fa la lupa che fugge da un postribolo di uomini accecati dal buio e accoglie il respiro col muso dolce dei lupacchiotti caldi persi ma rigenerati Ho percorso cieli...

Svolazzano gli aloni

  Svolazzano gli aloni. La luce non dissolve la pretesa degli strepiti. Per un’ora secca di chiarore tacito saltare serve, il tempo e il canto del crivello...

Sovrapposte scintille

Carne fatta di sovrapposte scintille è l’attimo che genera l’assoluto in molliche da darsi ad uccellini affamati. Temo di non possedere realtà se non in un...

Colori

Ho colori nell’anima che l’abisso non conosce. Quando ne scorgerà l’intima traccia ne bramerà il flusso per farsi riverbero di un desiderio di gioia da...

Fuori casa

  Fuori casa, sul crinale, c’erano scosse, tra smisurate scie. In un costato estivo, impastavo veglie, mentre consegnavo a notti insonni, trincee, di cieli in...

Scheggia

Come fa il delirio quando accoglie e oltraggia tra sbattute sponde il passato che raggruma intento ai manti floreali cerco scampo accarezzando respiri senza verbo di...

Seminando cristalli

  La notte di luna che gorgogliava flagellava l’aria. Fu in quel riflesso di lama che vidi l’estasi vestita di bianco Era carne di brivido,  solitudine...

Risvegli e silenzi

  Sveglia assolata in un silenzio inedito, di festa. Orizzonti tremuli squarciano vele su indifferenti sagome. Utopia dell’eccesso a piedi nudi su sabbia che...

Cuore in anabasi

Ho un cuore in anabasi che sgattaiola tra le pieghe della vita in un anelito di catarsi, struggente desiderio erotico – velato di un bagliore di infinito e di...

Briciole d’estasi

  Hai preso per mano talvolta il fantasma di me Svelato frammenti di luce in pioggia di stelle. Donato ali di tigre e braci di vetro su ombre strozzate in gole di...

Il mio cammino

E’ nel sole del mattino che si nasconde un principio di stracciata eternità. Nell’aria fredda che cospira sui digrigni delle ombre. È una cromatica congiura...

Al tuo abbraccio

  Crocifisso al tuo abbraccio la mia anima torna al silenzio che non passa. Oppongo a muri d’ombra istanti non più naufraghi, eternità radente, sublimità...

Il bello che mi viene

Niente, E’ che a me il bello viene così: dai cieli con le ali, da un gatto che sonnecchia, zampamano, dal bronzo, dalla polvere di marmo, raggrumata, che disegna i...

Daniele Del Moro

Scrivo da sempre, per fuga e per necessità. Scrivo per starmene da solo. Scrivo come cammino o vado in moto. Per rinascere ogni volta.

Facebook

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.