Al tuo abbraccio

 

Crocifisso

al tuo abbraccio

la mia anima torna al silenzio che non passa.

Oppongo a muri d’ombra

istanti non più naufraghi,

eternità radente, sublimità

nell’essenza che si fa carne.

In un viluppo di luce

attraverso te

e riconosco me.

Su vertigini d’angoscia

fili di vento soffiano

a spezzare un tremito di limbo

generando divine armonie.

Sono capsule di gioia

da prendere subito,

senz’acqua.

 

 

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Daniele Del Moro

Giornalista professionista, appassionato di fotografia e blogger, scrivo per legittima difesa.

Facebook

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post. Una volta cliccato sul pulsante verifica la tua casella e-mail per completare l'iscrizione.