Anni ruggenti da star

Anni ruggenti da star. Dal 2 marzo al 20 maggio 2018 in mostra al Vittoriano le icone degli anni Sessanta e Settanta. E anche qualcosa di più. Si chiama Icons

Anni ruggenti da star. Sono i volti dei miti del cinema, della musica, della moda, della politica e dello sport a raccontare tutta un’epoca attraverso gli scatti del celebre fotografo britannico Terry O’Neill, classe 1938.

Vivendo un particolare rapporto di complicità e vicinanza con i personaggi che fotografa, O’Neill, in cinquant’anni di carriera, realizza ritratti indimenticabili: da Frank Sinatra (fotografato nell’arco di trent’anni) a Elvis Presley, da Elton John a Bono Vox, da Elizabeth Taylor a Audrey Hepburn, da Brigitte Bardot a Ava Gadner fino a Marlene Dietrich. Icons ne rcostituisce un degno compendio.

Tra gli oltre 50 scatti che hanno segnato momenti particolarmente significativi di quegli anni, di rilievo è la sezione interamente dedicata a una delle più poliedriche figure dello star system mondiale, icona dandy di stile che ha influenzato in maniera inequivocabile la percezione dell’arte e il mondo della moda di questo ultimo secolo: David Bowie.

David Bowie ed Elizabeth Taylor a casa del regista George Cukor, Los Angeles, 1975, 91,1 x 73 cm © Terry O’Neill
Amy Winehouse prima di salire sul palco per il concerto tributo ai 90 anni di Nelson Mandela, Londra, 2008 71 x 58,1 cm © Terry O’Neill

Prodotta e organizzata da Arthemisia e curata da Cristina Carrillo de Albornoz, la mostra Icons riesce a rappresentare in maniera esplicativa l’atmosfera di quegli “anni ruggenti”. “Ho avuto fortuna. Mi sono trovato nel posto giusto al momento giusto: la Londra degli anni 60. Avevi l’impressione che ogni giorno succedesse qualcosa di rivoluzionario”, ha detto Terry O’Neill. In effetti, le immagini ci riportano in maniera netta ad un universo in cui lo stesso “divismo”, per come viene affrontato dall’artista, sembra sospendersi. Tra essere e vorrei essere.

Muhammed Ali mentre si allena, Dublino, 1972, 81,1 x 58,1 cm © Terry O’Neill
Robert Mitchum, Olanda, 1986, 55 x 73,1 cm © Terry O’Neill
Paul Newman e Lee Marvin sul set di Per una manciata di soldi, Denver, 197,1 99 x 73 cm © Terry O’Neill

Le star immortalate da O’Neill si trasformano in icone di quello che, diciamolo pure, molte volte vorremmo essere. Anche negli atteggiamenti quotidiani. Chi non vorrebbe “essere leggenda” per un solo attimo, “to be heroes just for one day”? Springsteen a passeggio, Robert Mitchum che si fuma una sigaretta, Muhammed Alì che dà di boxe. Difficile resistere alla narcisistica tentazione di non tramutarsi in loro in quegli anni. Ripeto: per un solo infinito attimo.

Bruce Springsteen passeggiando per Sunset Strip, Los Angeles, 1975, 78 x 57 cm © Terry O’Neill
Sean Connery sul set di Una cascata di diamanti, Las Vegas, 1971, 73 x 73,1 cm © Terry O’Neill
Frank Sinatra con le sue guardie del corpo, Miami, 1968, 58 x 78 cm © Terry O’Neill

Le immagini coinvolgono, arrivano, toccano. Forse per quella leggera sensazione di nostalgia lasciano. Penso a Amy Whinehouse, a David Bowie, alla Hepburn. Una nostalgia che è difficile deglutire.

Anni ruggenti da star

E forse, anche per questo, è una rassegna che non mancherà di trascinarvi. Avvolgendovi con qualche palpito in più.

I Rolling Stones in Hanover Square, Londra, 1964, 54,9 x 73 cm © Terry O’Neill
Audrey Hepburn sul set di Come rubare un milione di dollari e vivere felici, Parigi, 1966, 81 x 58,2 cm © Terry O’Neill

 

INFO
T. + 39 06 87 15 111
Il Vittoriano

Orario apertura
Dal lunedì al giovedì 9.30 – 19.30
Venerdì e sabato 9.30 – 22.00
Domenica 9.30 – 20.30
(la biglietteria chiude un’ora prima)

Biglietti
Intero € 8,00
Ridotto € 6,00

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post. Una volta cliccato sul pulsante verifica la tua casella e-mail per completare l'iscrizione.