Giardini di Sissi, fioriscono le rose ed esplodono i profumi

Giardini di Sissi, fioriscono le rose ed esplodono i profumi
Giardini di Sissi, fioriscono le rose ed esplodono i profumi

Giardini di Castel Trauttmansdorff, sbocciano le rose. Il fiore degli innamorati colora e profuma il bellissimo giardino dove amava passeggiare Sissi, Imperatrice d’Austria

Giardini di Sissi. In attesa della riapertura, la natura ai giardini di Castel Trauttmansdorff non si ferma e sfolgora l’aria con i suoi profumi. Nel lungo periodo di lockdown, le fioriture nei giardini di Sissi si sono susseguite, fino ad arrivare a maggio, il mese in cui sboccia uno dei fiori più belli e profumati: la rosa, simbolo di passione e omaggio di chi ama.

Come ogni anno, infatti, in questo periodo 20 varietà di rose iniziano a fiorire ai giardini, accogliendo i visitatori già dal pergolato che li conduce dalla fermata dell’autobus fino all’ingresso. Rose rampicanti come l’incantevole Rosa moderna “Pierre de Ronsard” con i suoi fiori profumati, stradoppi e con l’aspetto di una rosa antica.

Giardini di Sissi, fioriscono le rose ed esplodono i profumi

Si farà ammirare per tutta l’estate la Rosa “Tempi moderni”, con il suo fiammeggiante colore che passa dal giallo oro all’arancio vermiglio. Non potevano certo mancare le rose nel Giardino degli Innamorati: quasi 50 sono le varietà di rose profumate che accompagnano il visitatore attraverso una serie di archi a cuore dell’area, lo specchio d’acqua con tre padiglioni e giganteschi mazzi di fiori come simbolo dell’innamoramento.

Sui pergolati dell’area dei Giardini acquatici e terrazzati si trovano rose rampicanti accompagnate dalle clematidi, un abbinamento di successo, mentre nel Giardino all’inglese domina la Rosa “Lady Hillingdon”, i cui fiori doppi si schiudono da boccioli giallo-albicocca.

All’ingresso dei Paesaggi dell’Alto Adige c’è poi il Giardino delle rose, con oltre 30 varietà di rose selvatiche e storiche come la “Fortune’s Double Yellow”, una vecchia Rosa Tea scoperta nel 1845 nel giardino di un ricco mandarino in Cina dai fiori color ambra-bronzo talvolta venati di rosa e porpora.

Giardini di Sissi, fioriscono le rose ed esplodono i profumi

Il Giardino dei sensi è il regno delle rose inglesi, uniche perché possiedono profumi e fogge delle rose antiche, sono rifiorenti e hanno l’ampia gamma delle tinte delle rose moderne. I fiori hanno forma doppia con molti petali e le fragranze sono varie, di frutta, spezie. Una delle rose inglesi più straordinarie per il suo profumo è la “Apricot Parfait”, “The Prince”, “Sharifa Asma” e “Golden Celebration” con coppe floreali grandissime.

Un’altra rosa molto caratteristica ai giardini è la “Rosa banksia lutea” perché ha una lunghissima tradizione nei giardini e parchi di Merano. È un tipo di rosa che la maggior parte dei visitatori dei paesi nordici ci invidia, perché non resiste al rigore degli inverni centroeuropei, mentre nel clima mite di Merano si sente molto a suo agio e di solito conserva tutte le sue foglie anche d’inverno.

Giardini di Sissi, fioriscono le rose ed esplodono i profumi

Fiorisce con un’incredibile abbondanza di fiorellini (piccole rosette di fiori doppi riuniti a mazzetti di colore giallo crema o bianco che emanano un profumo molto delicato) e ai giardini copre completamente il muro sotto Castel Trauttmansdorff e la voliera. Questa rosa, priva di spine, è in grado di raggiungere in breve tempo anche i 15 metri di altezza.

Peccato che nei Giardini non sia consentito l’ingresso agli animali. Chissà che il covid non abbia portato un po’ di saggezza e alla riapertura potremo avere la fortuna di godere di questo spettacolo in compagnia dei nostri amici animali.

Leggi anche

Daniele Del Moro

Daniele Del Moro

Giornalista professionista, appassionato di fotografia, laureato in Storia delle religioni, motociclista e camminatore. Direzione e coordinamento di redazione per Scrittore In Viaggio e per Green Planet News, quotidiano online e studio di editing e progettazione grafica.

Altri articoli

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Daniele Del Moro

Daniele Del Moro

Giornalista professionista, appassionato di fotografia, laureato in Storia delle religioni, motociclista e camminatore. Direzione e coordinamento di redazione per Scrittore In Viaggio e per Green Planet News, quotidiano online e studio di editing e progettazione grafica.