Mototouring one day 700 km

Mototouring in un giorno. Come sempre. Con Guido un bel giro per complessivi 700 chilometri qualche giorno fa. Ce la siamo spassata tra Loreto, Porto Recanati, Castel Fidardo, Falconara, Fano e Pesaro. Chilometri e chilometri di curve per arrivare a visitare il luogo della Santa Casa di Maria, sempre particolarmente intenso e sdoganare qualche ricordo.

Mototouring one day 700 km

Mototouring one day 700 km

Mototouring one day 700 km

Mototouring one day 700 km

Dove? A Falconara Marittima, dove feci il militare 9°/89. La caserma del mio CAR non esiste più. Al suo posto, abbandono e occupazione degli edifici non so bene da chi. In ogni caso, anche se il panorama non è mai stato dei più ameni, davanti alla caserma troneggiava e troneggia la raffineria ENI, ora fa tristezza vedere tutto abbandonato e chiuso. Come i chioschi antistanti la caserma dove noi godevamo di attimi di libertà per un caffé o un cappuccino in libera uscita. Niente, i tempi cambiano e non è vero che il progresso porti sempre in avanti. A volte, porta molto indietro.

Mototouring one day 700 km

 

Inutile starmi a dilungare con le strade percorse. Ovviamente non siamo tipi da autostrada. L’unica cosa che voglio aggiungervi, insieme a qualche foto, è sull’Italia che esiste e che resiste e che magari pochi conoscono perché non se ne parla.

Lasciamo stare come ancora la stessa Loreto sia ancora “scheggiata” architettonicamente ma percorrendo alcune strade si incontrano paesi dove è difficile credere che nel futuro la nostra Italia possa avere un altro volto.

Percorrendo la strada della Contessa, siamo al tramonto, la luce declina sui nostri caschi accendendo nei cuori le pulsazione dell’Alta Visibilità nell’anima, attraversiamo paesi semideserti come Scheggia (Passo a 632 mt slm alle coordinate N43.410761 E12.659800  Da Nord Est: Pontericcioli a Sud Ovest: Scheggia, Circa 4 tornanti su Asfalto – Difficoltà: Bassa (40/100), una autentica strada da moto) che sorge sulle sponde del torrente Sentino, alle pendici del Monte Calvario e Le Pianelle sulla strada Flaminia. O anche Sigillo, Pascelupo, Fossato di Vico.

Mototouring one day 700 km

Il comune comprende numerose porzioni e nuclei abitativi sparsi dal carattere rurale, in alcuni casi disabitati. Il territorio è stato interessato dagli eventi sismici del 1997 che colpirono Umbria e Marche. La comunità condivide, insieme alle città di Fano, Cervia, Sellano e Grottammare, il culto di san Paterniano vescovo.

Tutto è semplicemente di una bellezza profonda. E ci si aspetta che questa capacità indomita di resistenza possa divenire non solo resilienza ma baluardo per dare ancora ragione di sé ad una Italia che non vuole morire.

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post. Una volta cliccato sul pulsante verifica la tua casella e-mail per completare l'iscrizione.