5 Dicembre 2019

Puerto Princesa, una grotta tra terra e mare

Puerto Princesa, una grotta tra terra e mare
La galleria principale dell'Australian Inlet (foto Vittorio Crobu-La Venta)_

Puerto Princesa, una grotta tra mare e cielo. Bellezze ne abbiamo, meraviglie pure. Basta aprire gli occhi. E la mente. Per far entrare ossigeno e guardare il mondo con uno sguardo diverso. Ah ecco, forse è davvero questo il significato più importante del viaggio, di quella “wanderlust”, la sindrome del viaggiatore, che mette le ali ai piedi.

I libri che da piccoli molti di noi leggevano con lo stupore negli occhi, quando ancora la Play Station non aveva attaccato con le sue metastasi la fantasia del desiderio di scoperta, ecco per molti di noi, chiusi nelle proprie stanze di ragazzi, leggere era come viaggiare.

Non solo i libri d’aventura ma con i fumetti, ad esempio, ci proiettavamo nei mondi più “diversamente esistenti”. Paperopoli, Darkwood, Topolinia o i territori Navajo di Tex “Aquila della notte”cosa altro non rappresentavano se non questo desiderio di essere sempre sulle vele del mondo?

Ecco, a proposito di libri che fanno sognare, da segnalarvi lo splendido volume di fotografia Una grotta fra terra e mare. Le meraviglie del Puerto Princesa Underground River a cura di Antonio De Vivo, Paolo Forti, Leonardo Piccini e Natalino Russo (2018, Skira/La Venta, edizione italiana e inglese, 21 x 29,7 cm, 224 pagine 218 colori, cartonato ISBN 978-88-572-3956-9 I, -3968-2 E,  € 42,00).

Puerto Princesa, una grotta tra terra e mare

 

Puerto Princesa, una grotta tra terra e mare
Forme di erosione nella volta del Gaia Branch (foto Vittorio Crobu-La Venta)

L’isola di Palawan, nelle Filippine, custodisce uno straordinario tesoro sotterraneo: il Puerto Princesa Underground River o Natuturingan, come lo chiamano i locali. È una grotta immensa, Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1999, e dal 2012 tra le nuove sette meraviglie naturali della Terra. Viene attraversata da un fiume sotterraneo che taglia la montagna da parte a parte per sbucare a pochi metri dal Mar Cinese Meridionale.

Puerto Princesa, una grotta tra terra e mare
Il volo delle rondini in grotta (foto Paolo Petrignani-La Venta)

 

Puerto Princesa, una grotta tra terra e mare
La colossale galleria sotterranea chiamata God’s Highway (foto Paolo Petrignani-La Venta)

La grotta ospita un ricchissimo ecosistema: centinaia di specie animali, molte delle quali endemiche, e una catena alimentare basata sul guano prodotto da vaste colonie di rondini e pipistrelli. Fra le grotte turistiche più visitate al mondo, la Natuturingan Cave mantiene intatto il suo fascino ancestrale grazie a una gestione lungimirante: non una luce è stata installata all’interno, non un passaggio è stato cementato, non un pontile è stato allestito sulla spiaggia.

Puerto Princesa, una grotta tra terra e mare
L’estuario del Puerto Princesa Underground River (foto Paolo Petrignani-La Venta)

Con piccole barche a bilancieri i visitatori possono accedere a oltre un chilometro di gallerie allagate, vivendo un’esperienza straordinaria. Ma la grotta cela molti altri ambienti, talvolta di dimensioni colossali. Qui, immerse nel silenzio del tempo, si trovano mineralizzazioni e concrezioni di rara bellezza.

Puerto Princesa, una grotta tra terra e mare
L’ingresso della grotta (foto Paolo Petrignani-La Venta)_

Negli ultimi trent’anni il gruppo La Venta ha dato un contributo fondamentale all’esplorazione e documentazione di questa grotta: un lungo lavoro finalmente raccontato in questo libro, che permette a tutti di godere di una delle più straordinarie meraviglie sotterranee del nostro pianeta.

Puerto Princesa, una grotta tra terra e mare
Dentro l’Underground River (foto Paolo Petrignani-La Venta)

 

Puerto Princesa, una grotta tra terra e mare
Macaco (foto Paolo Petrignani-La Venta)
Avatar

Scrittore in viaggio

Altri articoli

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *