Sentiero Italia, una guida digitale per affrontare lo storico trekking

Sentiero Italia, una guida digitale per affrontare lo storico trekking
Cammino del Salento, verso Leuca

Sentiero Italia, on line le guide di Marche, Abruzzo, Molise e Puglia di Va’ Sentiero per compiere al meglio la camminata attraverso il celebre percorso, il trekking più lungo del mondo. Dati dettagliati, consigli, suggerimenti, itinerari, percorsi, insomma, tutto quello che c’è da sapere per affrontare il cammino al meglio. Primavera è alle porte… nonostante il freddo e la pioggia.

Sentiero Italia, camminare, scoprire e… condividere. Dopo 3 mesi di spedizione e lavoro sul campo, i ragazzi di Va’ Sentiero pubblicano su www.vasentiero.org la documentazione raccolta durante la seconda tranche della spedizione lungo il Sentiero Italia, dalle Marche alla Puglia.

Si arricchisce la guida digitale gratuita sul Sentiero Italia di Va’ Sentiero, contando al momento circa 5000 km recensiti, tappa dopo tappa, regione dopo regione. Uno strumento pratico voluto per promuovere il turismo consapevole nelle aree interne del Paese, che assume un significato simbolico nel post-lockdown.

Sentiero Italia, programmare un’escursione con la nuova guida on line

Se volessi programmare un’escursione sulle alte vie di Marche, Abruzzo, Molise e Puglia dove cercheresti ispirazione e dettagli per il tuo itinerario? Da oggi è possibile farlo gratuitamente e in piena autonomia su www.vasentiero.org, il sito di Va’ Sentiero che raccoglie mappe, dati tecnici, punti d’interesse, chicche culturali, video, consigli esperienziali e dettagli logistici per ben 14 regioni, 240 tappe e 4881 km (per ora) del Sentiero Italia.

In cima al Monte Amaro, la vetta più alta della Majella

Una guida completa, open-access e dalla navigazione intuitiva per una condivisione ideale, nata dal basso e accessibile a chiunque: uno strumento unico nel suo genere che in questo momento assume un valore simbolico ancora più grande, dando a tutti la possibilità di lasciarsi ispirare e progettare in ogni dettaglio le proprie escursioni, ora che più che mai è fondamentale valorizzare il nostro territorio.

La conseguenza di un’esperienza vissuta sul campo

La guida è il frutto dell’esperienza diretta e dell’intenso lavoro del team di Va’ Sentiero, impegnati dal 2019 nel percorrere a piedi l’intero Sentiero Italia, il filo rosso tra le terre alte italiane che (con i suoi 7.000 km) vanta il titolo di trekking più lungo del mondo e collega Alpi e Appennini attraversando 20 regioni e oltre 350 piccoli borghi montani. Non si tratta però di un’impresa sportiva, da guinness; quella di Va’ Sentiero è un’iniziativa sociale basata sull’idea di condivisione, con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio ambientale, culturale e sociale delle terre alte italiane, spesso dimenticato – dai paesaggi alla cucina, dai volti ai dialetti, il tutto all’insegna del turismo sostenibile.

Il materiale tecnico e culturale documentato delle 4 regioni della seconda tranche include: mappa interattiva consultabile liberamente; traccia GPS, dati tecnici e profilo altimetrico; descrizione del percorso, percorribilità (a piedi, in bici o a cavallo, highlights e punti di interesse da non perdere. E ancora piatti tipici locali, consigli e contatti delle strutture ricettive, raggiungibilità con mezzi privati e mezzi pubblici, fotografie e video.

Santuario di Castel Petroso, in Molise, meta di pellegrinaggi

Marche, Abruzzo, Molise e Puglia si aggiungono alle regioni documentate durante la prima tranche del cammino di Va’ Sentiero: Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Trentino, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria.

“Il nuovo sito www.vasentiero.org – spiegano i fondatori di Va’ Sentiero Yuri Basilicò, Sara Furlanetto e Giacomo Riccobono – e rappresenta il frutto di un intenso lavoro di ricerca sul campo e minuta rielaborazione. Crediamo sia uno strumento pratico a supporto di un turismo lento e sostenibile, per valorizzare concretamente l’immenso patrimonio delle nostre Aree Interne: la pandemia ci ha mostrato l’importanza del turismo di prossimità e il nostro progetto va esattamente in quella direzione. La primavera è ormai vicina: abbiamo meraviglie insospettabili dietro l’angolo, che non aspettano altro che essere esplorate – scopritele sul nostro sito, fate lo zaino e…. gambe in spalla!”.

Le tappe della seconda tranche, regione per regione

Marche e Umbria | 17 tappe | 331 km | vai alla sezione
Sibillini, Monte Vettore, Colle d’Arquata, San Martino
Abruzzo e Lazio | 16 tappe | 321 km | vai alla sezione
Monti della Meta, Gran Sasso, Santo Stefano di Sessanio, Rocca Calascio, Majella
Molise | 7 tappe | 136 km | vai alla sezione
Monti della Meta, Mainarde, Isernia, Santuario di Castelpetroso, Bosco Mazzocca, Fornelli
Puglia | 30 tappe | 660 km | vai alla sezione
Monti Dauni, Castel del Monte, Altopiano delle Murge, Acquedotto Pugliese, Salento

Il video delle nuove tappe

Leggi anche

 

 

Daniele Del Moro

Daniele Del Moro

Giornalista professionista, appassionato di fotografia, laureato in Lettere, gruppo demo-etno-antropologico, con tesi in Storia delle religioni, motociclista e camminatore. Direzione e coordinamento di redazione per Scrittore In Viaggio e per Green Planet News, quotidiano online e studio di editing e progettazione grafica.

Altri articoli

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Daniele Del Moro

Daniele Del Moro

Giornalista professionista, appassionato di fotografia, laureato in Lettere, gruppo demo-etno-antropologico, con tesi in Storia delle religioni, motociclista e camminatore. Direzione e coordinamento di redazione per Scrittore In Viaggio e per Green Planet News, quotidiano online e studio di editing e progettazione grafica.

Seguici su Facebook