Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

Suzuki V-Strom 1050, come non innamorarsene? Appena proposta ad Eicma, il modello della leggendaria motocicletta si trasforma ancora più in Adventure con un tuffo nel passato. E un colpo al cuore.  Maxi serbatoro, colorazione in bianco e arancio, faro quadrato, “marmittone” importante e leggendario becco di cui fu l’antesignana lei, si, proprio lei, prima di BMW, la mitica Suzuki DR Big degli anni Ottanta a cui la nuova V-Strom si rifà in maniera evidente.

Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

Scelta stilisticata azzeccata, dunque, per una motocicletta che promette nel 2020 guerra alle irraggiungibili BMW e KTM. E questa volta, le regine, ho la netta sensazione che avranno filo da torcere.

Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

La conferenza stampa, che si è svolta oggi alle ore 11, ha visto la Casa di Hamamatsu presentare in anteprima mondiale la Suzuki V-Strom 1050 che viene proposta in due allestimenti, standard e XT, che irrompe nella categoria delle Sports Adventure Tourer con uno stile iconico e un impareggiabile equilibrio tra prestazioni e fruibilità. Ad affiancarla sullo stand ci sono anche due delle moto che hanno ispirato il suo progetto, due DR-Z che evocano la magica atmosfera dei raid africani degli Anni 80.

Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

Suzuki V-Strom 1050, avventura garantita

La V-Strom 1050 è la sintesi del processo evolutivo della leggendaria stirpe delle V-Strom, che dal 2002 solca le strade di tutto il mondo accompagnando i motociclisti negli spostamenti quotidiani come nei viaggi più avventurosi e garantendo loro un piacere di guida e un’affidabilità ben conclamati. Io che ho avuto la 650, confermo nel modo più categorico. E venivo da una Honda Transalp, altra moto leggendaria, che ho dimenticato in un attimo.

Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

 

Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

Il motore

La V-Strom 1050 sviluppa il concept “The Master of Adventure” e porta in una nuova dimensione il collaudato schema con motore bicilindrico a V di 90 gradi da 1037 cc e telaio a doppia trave in alluminio. Gli interventi sulla meccanica fanno salire la potenza massima a 107,4 cv, senza far lievitare i consumi e nel rispetto dei severi limiti della normativa Euro 5.

Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

Attraverso il Suzuki Drive Mode Selector il pilota può scegliere tre diverse mappature che rendono più pronta o più dolce la risposta del motore all’acceleratore ride-by-wire. Il motore ha un rombo pieno ai bassi regimi, una coppia robusta e costante ai medi e una grande potenza agli alti, con una progressione lineare.

Ciclistica

La ciclistica leggera e compatta è un fattore chiave nel rendere la V-Strom particolarmente comoda e piacevole da guidare. La ridotta larghezza del motore bicilindrico a V permette alla V-Strom 1050 di mantenere una sagoma snella pur con un serbatoio da 20 litri e consente a chi guida di poggiare facilmente i piedi a terra.

Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

La moto è stata progettata con l’idea di mettere il pilota a proprio agio, facendolo sedere comodamente a ridosso del serbatoio e permettendogli di stendere le gambe verso terra senza incontrare alcun ostacolo lungo i fianchi della moto. Anche se per me, motociclista da sgroppate solitarie in GS Adventure, il motore maxi con i cilindri boxer che spuntano ai lati come due mitragliatrici, è sempre un fascinoso cult a cui ora sarebbe difficile rinuciare.

Dotazione di bordo

Se la linea s’ispira al passato, con il tipico becco Suzuki che si staglia in avanti richiamando la DR-Z delle gare desertiche e la DR-BIG pioniera tra le maxi enduro stradali, la dotazione di bordo è quanto di più moderno offre oggi il mercato. L’emblema di questo primato tecnologico è il sofisticato Suzuki Intelligent Ride System, che controlla in modo integrato la dinamica della moto.

La V-Strom 1050 XT, che si pone al vertice dell’offerta Suzuki, è riconoscibile per i cerchi a raggi, inoltre adotta di serie il cruise control, l’assistenza alle partenze in salita Hill Hold Control e i sistemi Load Dependent Control e Slope Dependent Control, che modulano la frenata in funzione del carico e del rischio di sollevamento della ruota posteriore in discesa.

Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

Tutti questi dispositivi  della nuova Suzuki V-Strom 1050 sono gestiti da una centralina sulla base dei dati raccolti dalla nuova piattaforma inerziale Bosch, che rileva istante dopo istante i movimenti della moto in sei direzioni lungo tre assi.

Le stesse informazioni permettono un intervento puntuale anche da parte dell’ABS, dotato di funzione cornering e regolabile su due livelli, e del traction control, che ha invece tre possibili settaggi ed è disattivabile. Tutti questi sistemi possono essere comandati in modo semplice e intuitivo e sono complementari a una ciclistica perfettamente a punto, che il pilota può sfruttare al meglio grazie a una posizione di guida comoda e proattiva.

La strumentazione

Il pannello strumenti digitale full-LCD della V-Strom 1050 è leggero e compatto. Grazie al suo disegno e alla tecnologia full-LCD è ora in grado di fornire molte più informazioni al pilota. Il display è perfettamente leggibile sia di giorno sia di notte.

Suzuki V-Strom 1050, amore a prima vista

Tante le informazioni da leggere sulla V-Strom 1050. Il display, infatti, include tachimetro, contagiri, marcia inserita, contachilometri, doppio contachilometri parziale (A e B), consumo istantaneo, consumo medio, autonomia, livello carburante, temperatura del liquido di raffreddamento, temperatura dell’aria, orologio, tensione batteria, promemoria intervalli manutenzione, modalità SDMS, modalità Traction Control, modalità ABS, spia cruise control, indicatore Hill Hold, spia soglia regime motore, spia rischio ghiaccio, spia indicatori di direzione, spia abbagliante, spia Traction Control, spia ABS e spia folle.

Le V-Strom 1050 e 1050XT sono disponibili anche in versione depotenziata da 35 kW per i titolari di patente A2 e possono essere personalizzate a piacere attingendo a un ampio catalogo di accessori originali, che comprende oltre 50 articoli.

Ogni modello della nuova Suzuki V-Strom 1050 viene proposto in tre colorazioni. La V-Strom 1050 XT è disponibile in giallo, nella livrea bicolore arancione/bianco e in nero, mentre la V-Strom 1050 è disponibile in nero e in due varianti bicolori, bianco/nero e grigio/nero. Grazie Suzuki, ritornano gli anni Ottanta. Ma questa volta sul serio.

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post. Una volta cliccato sul pulsante verifica la tua casella e-mail per completare l'iscrizione.