ThinkSerravalle, un progetto collettivo di promozione turistica nell’Alto Monferrato

Autunno, tempo di vino, funghi e tartufi, l’occasione giusta per una gita fuori porta nelle dolci colline dell’Alto Monferrato a meno di 100 km da Milano e Torino. Una meta ideale per scoprire un angolo di Piemonte, ancora genuino ed autentico, con gli itinerari e le attività su misura organizzati da #THINKSERRAVALLE.

Parliamo dell’area piemontese compresa tra Serravalle, Novi Ligure e Gavi, ancora poco considerato e che invece tra tra vino, cibo, cultura, design e sport offre diverse opportunità per un visitatore curioso di uscire dalle principali rotte turistiche.ThinkSerravalle, un progetto collettivo di promozione turistica nell'Alto Monferrato

#THINKSERRAVALLE, il progetto

È un progetto collettivo di promozione turistica dell’Alto Monferrato in collaborazione con Serravalle Designer Outlet.
Attraverso racconti di viaggio legati ad un turismo culturale ed esperienziale, vogliamo accompagnarvi alla scoperta dei luoghi più belli e suggestivi di questa terra “antica, forte e cortese”, posta al confine tra le dolci colline del Piemonte e il mare della Liguria.
Sono garantire, grazie al sistema di convezioni attivate dal progetto #THINKSERRAVALLE , tariffe scontate e la possibilità di accedere a esperienze esclusive.

ThinkSerravalle, un progetto collettivo di promozione turistica nell'Alto Monferrato

Tante le proposte:

Pecorsi di trekking e strade per andare in bicicletta (anche e-bike) organizzati con un esperto accompagnatore.

Strade e sentieri che si snodano tra cantine, vigne e castelli, per scoprire tutta la meraviglia delle colline dove nasce il vino Gavi. Le stesse strade solcate da Fausto Coppi e Costante Girardengo che in queste zone sono nati e si allenavano.

A Novi Ligure c’è il bellissimo museo dedicato ai campionissimi e a Castellania la casa-museo di Fausto Coppi.

Autunno è tempo di tartufi, in jeep con un vero trifolao e il suo fidato cane alla ricerca di uno dei frutti più pregiati del Piemonte.Oppure gustare il tartufo e le altre prelibatezze enogastronomiche della zona, una cucina di confine tra Piemonte e Liguria, nei tanti agriturismi, trattorie e ristoranti attivi in zona, per ogni tipo di esigenza e di budget fino a resort di lusso con SPA.

Per gli appassionati di storia è organizzata una visita guidata a Libarna, la cosiddetta “piccola Roma”, la principale area archeologica del Piemonte.
Situata sulla Via Postumia, a pochi km da Serravalle, rappresenta una piccola parte della città originaria della quale sono oggi visibili e ben preservati l’anfiteatro, il teatro, due quartieri di abitazioni e alcune strade urbane.Una immersione nella storia antica del territorio, grazie anche alla recente applicazione “Libarna – Tour virtuale nella città romana” che permette di ricreare l’intero spettacolo scenografico.

Nel comprensorio dell’Alto Monferrato ci sono ben 3 Green da 18 buche dove è possibile praticare il golf, prendere lezioni personali su pitch e pad con maestri federali, all’interno di resort immersi nelle dolci colline del Piemonte.

Inoltre degustazioni guidate nelle cantine del Consorzio di Tutela del Gavi, il grande bianco piemontese da uve cortese  accompagnate dalle prelibatezze della cucina del territorio, un mix di saperi e sapori tra Piemonte e Liguria.

#THINKSERRAVALLE, i motori economici e culturali della zona sono:

  • Serravalle Designer Outlet, il primo Outlet aperto in Italia e attualmente il più grande d’Europa
  • il ConsorzioTutela del Gavi , il grande bianco piemontese da uve Cortese
  • l’Area Archeologica di Libarnarisalente alla media età del Ferro (VI-V secolo a.C.) e oggi attivo polo culturale attraverso Libarna Arteventi
  • il Consorzio Terre di Fausto Coppi  patrocinato dalla Regione Piemonte e collettore dell’offerta turistica professionale del territorio – il cui nome è a memoria delle glorie del ciclismo Coppi e Girardengo a cui queste terre hanno dato i natali.

Un invito a visitare un angolo di Piemonte ancora genuino ed autentico che si sta sempre più affermando come nuova meta attrattiva del Nord Italia, come testimonia la guida dei “Best in Travel 2019” di Lonely Planet che indica il Piemonte come migliore regione da visitare nel 2019.

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post. Una volta cliccato sul pulsante verifica la tua casella e-mail per completare l'iscrizione.