Turismo in Europa, riapre l’area Schengen

Turismo in Europa, riapre l'area Schengen
Photo by Nils Nedel on Unsplash

Turismo in Europa, oggi si riaprono le frontiere. Una buona notizia ma che sicuramente non deve far dimenticare la necessaria cautela

Turismo in Europa, oggi quasi un ritorno alla normalità. Cadono molte restrizioni sugli spostamenti e anche l’Italia torna a sperare nel flusso turistico. Germania, Francia, Belgio, Paesi Bassi e Repubblica Ceca aprono le frontiere dopo l’Italia che lo ha fatto il 3 giugno. Operativi da oggi 25 aeroporti italiani. Aumento dei voli a Fiumicino e Malpensa.

Per il turismo in Europa, insomma, una ventata di fiducia vista la battuta d’arresto non indifferente nel periodo dell’emergenza. L’Italia è stata tra i primi paesi a riaprire le proprie frontiere ai cittadini del resto d’Europa. Oggi revocano la chiusura Francia, Belgio, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Grecia che ha riaperto anche a diversi Stati extraeuropei: Australia, Cina e Corea del Sud.

La Spagna rimane prudente. Frontiere chiuse fino al 30 giugno, come annunciato dalla ministra degli Esteri Arancha González Laya.

Da domani riprenderanno i voli di linea dall’aeroporto di Ciampino, interrotti lo scorso 14 marzo. Lo ha riferito in una nota Aeroporti di Roma in cui viene anche specificato che il primo vettore a riattivare i collegamenti sarà Wizz Air, con alcuni voli settimanali per la Romania, la Moldavia e la Macedonia del Nord.

Torna operativo oggi anche il Terminal 1 di Milano Malpensa e chiude il Terminal 2, unica infrastruttura aeroportuale della Lombardia rimasta in attività dal 16 marzo, a seguito dell’emergenza sanitaria

Gran Bretagna, Belgio, Bulgaria, Irlanda, Slovenia e Islanda, paesi non aderenti al trattato Schengen, continuano a sottoporre chi entra alla quarantena di 14 giorni. In Islanda, in alternativa, ci si potrà sottoporre al test sierologico, che fino al 1° luglio sarà effettuato a carico dello Stato.

Turismo in Europa con tanta voglia di Italia

A proposito di turismo, l’Italia non spaventa e anzi viene considerata come un paese covid free, iper monitorato e rassicurante stando al monitoraggio social di Enit-Agenzia Nazionale del Turismo. A fine di maggio si sono contate oltre 753,7 mila citazioni sul viaggio in Italia – di cui 50 mila comparse sul web e 703,7 mila dai social – che hanno prodotto 207,1 milioni di interazioni.

Le ricerche web sul turismo in Italia producono oltre 300 milioni di visualizzazioni, un numero enorme pari all’intera popolazione europea. Le grandi città d’arte, Roma, Venezia e Milano rilevano il maggior volume di citazioni. Sentimento positivo con in testa il Duomo di Milano e la città di Pisa.

L’Italia che riparte punta al recupero dei 65 miliardi di euro previsti in perdita dagli scenari attuali, dove ripresa maggiore è attesa per il mercato interno. Buon viaggio e buona ripresa.

Leggi anche

Daniele Del Moro

Daniele Del Moro

Giornalista professionista, appassionato di fotografia, laureato in Lettere, gruppo demo-etno-antropologico, con tesi in Storia delle religioni, motociclista e camminatore. Direzione e coordinamento di redazione per Scrittore In Viaggio e per Green Planet News, quotidiano online e studio di editing e progettazione grafica.

Altri articoli

Aggiungi commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Daniele Del Moro

Daniele Del Moro

Giornalista professionista, appassionato di fotografia, laureato in Lettere, gruppo demo-etno-antropologico, con tesi in Storia delle religioni, motociclista e camminatore. Direzione e coordinamento di redazione per Scrittore In Viaggio e per Green Planet News, quotidiano online e studio di editing e progettazione grafica.

Seguici su Facebook